Tacchi d'Ogliastra

Coordinate:   39°48'48.43"N - 9°23'45.83"E

DOVE SI TROVA  I Tacchi di Ussassai si trovano in territorio del paese di Ussassài, nell'estremità del sud-ovest dell'Ogliastra.

COME SI RAGGIUNGE  Il modo più semplice per visitare questa zona è col Trenino Verde, scegliendo il pacchetto per Niala. In auto la più facile via d'accesso è da Nuoro: si percorre la SS 389 direzione Villagrande Strisaili, continuando verso Gairo, da cui si prosegue per Ussassai.

I TACCHI “Is Taccus” sono affioramenti rocciosi calcarei, in parte ancora ricoperti da una fitta foresta di lecci, corbezzoli e ginepri. Il più caratteristico è il complesso di “Su Casteddu’e Joni”, che con le sue guglie e spuntoni, alcuni dalle forme bizzarre, (come quello denominato Dante per il suo profilo che ricorda il poeta) domina la vallata sottostante, conferendogli un fascino suggestivo da paesaggio da Far West. Un cenno merita il patrimonio forestale di questo territorio che vanta un indice di boscosità superiore al 50%. Esso è frutto anche dell'opera di rimboschimento effettuata dalla mano pubblica negli ultimi sessant'anni anni in un territorio dove il rischio idrogeologico è molto elevato. Nel territorio di Ussassai sono presenti numerosi esemplari di alberi plurisecolari, quali il leccio di Irtzioni, che ha una circonferenza di oltre 6 metri e l’ancora piùimponente olivastro, in parte innestato che si trova a Isàa, che ha una circonferenza di oltre 7,5 metri. È possibile inoltre osservare, isolati o in gruppo magnifici esemplari di mufloni e cinghiali, e piùraramente l’aquila reale che recentemente è tornata a nidificare nei torrioni calcarei di Taccu Mannu. Il più interessante fra i tacchi è sicuramente "Su pissu ’e Irtzioni" inglobato nell’oasi naturalistica di Montarbu di Seui, che rappresenta un vero paradiso per gli appassionati di trekking e birdwatching. Costituito da tonneri ricoperti da un fitto bosco è attraversato da ruscelli torrenziali e dal rio San Girolamo, in cui sgorgano numerose sorgenti, tra cui quelle di Niala, S’orgiola ’e Ambèda e Su Tuvu Nieddu, dove il torrente ha creato un ponte naturale scavando la roccia calcarea. La zona è nota ai turisti soprattutto in quanto il Trenino Verde attraversa il territorio transitando sopra un ponte di ferro che risale alla fine dell’800 (Su ponti ’e Irtzioni).

Un bellissimo panorama può essere goduto dal pianoro di Sa Pranedda - Su pissu ’e s’abba - Sa pràa ’e sciòlias. Si tratta dell’area più elevata di tutto il territorio comunale (1123 mt), da cui si spazia con lo sguardo fino ai monti del Gerrei. Alla base nord del pianoro si apre Sa ucca ’e ir Bòois, una grotta intorno alla quale si raccontano leggende legate ad un tesoro custodito gelosamente da "Ir Bòois" (i diavoli) dentro le sue viscere .

SERVIZI Si può prenotare un'escursione presso la società I Tacchi d'Ogliastra : Cell. 327-5360635 oppure direttamente al Punto di ristoro di Niala tel. 078255721 cell.333.5299017